Melone etiope

Ethiopian Melon



Descrizione / Gusto


I meloni etiopi sono frutti di piccole e medie dimensioni, con un diametro medio di 18-20 centimetri e hanno una forma rotonda, da ovale a ovale. La crosta è sottile, soda e ruvida, ricoperta da macchie di rete e maglie giallo chiaro. La buccia ha anche segmenti convessi, di colore giallo-arancio, distinti e uniformi, che conferiscono al melone un aspetto increspato con una tonalità verde chiaro nelle fessure. Sotto la superficie, la carne è densa, soda, acquosa e bianca con bordi verde chiaro, che racchiude una cavità centrale piena di sacche di semi ovali marrone chiaro. I meloni etiopi sono altamente aromatici con un profumo fruttato e floreale sottile. Quando è giovane, la polpa ha un sapore vegetale, erbaceo, e quando il melone matura, la polpa si addolcisce, sviluppando note mielate e zuccherate.

Stagioni / Disponibilità


I meloni etiopi sono disponibili dalla fine dell'estate all'autunno.

Fatti attuali


I meloni etiopi fanno parte del genere Cucumis e sono piccoli frutti profumati appartenenti alla famiglia delle Cucurbitaceae. La cultivar cresce su viti compatte ed è nota per la sua natura produttiva, con ogni vite che produce da 5 a 6 meloni a stagione. Nonostante il loro nome africano, i meloni etiopi sono stati sviluppati in Russia all'inizio del 21 ° secolo e sono stati chiamati per la loro somiglianza nell'aspetto con le varietà di meloni africani. I meloni etiopi sono preferiti per il loro gusto dolce, resistenza alle malattie, adattabilità e capacità di conservazione estesa. I meloni sono coltivati ​​commercialmente in tutta l'Asia centrale e vengono coltivati ​​anche negli orti domestici, consumati principalmente freschi come spuntino o dessert.

Valore nutrizionale


I meloni etiopi sono una buona fonte di fibre per regolare il tratto digestivo e vitamina C per rafforzare il sistema immunitario. I meloni forniscono anche ferro per costruire la proteina emoglobina per trasportare l'ossigeno nel sangue, calcio per rafforzare le ossa e altri minerali, tra cui magnesio, fosforo, rame e zinco. Nelle medicine popolari in tutta l'Asia centrale, i meloni etiopi sono utilizzati come diuretici naturali e vengono utilizzati localmente per ridurre l'infiammazione.

Applicazioni


I meloni etiopi sono più adatti per le applicazioni fresche poiché la polpa succosa e dolce viene mostrata se consumata liscia, fuori mano. I meloni possono essere affettati e mangiati crudi, scartando la scorza, oppure possono essere tagliati e gettati in macedonie e frutta. I meloni etiopi possono anche essere miscelati in succhi, frullati e punch alla frutta o raccolti in palline e mescolati in yogurt e budini. Oltre alle applicazioni fresche, i meloni etiopi possono essere incorporati in sorbetti e mousse, cotti al forno con spezie ed erbe o tagliati a strisce ed essiccati per un uso prolungato. I meloni etiopi si abbinano bene con muesli, erbe come menta, basilico e coriandolo, spezie come cannella, noce moscata e pimento, vaniglia, gardenia e noci come nocciole, mandorle e pistacchi. I meloni etiopi interi, senza fette, si conservano da 2 a 4 settimane se conservati in un luogo fresco, asciutto e buio.

Informazioni etniche / culturali


Fin dalla tenera età, le feste del melone si sono tenute ogni anno in tutta l'Asia centrale per onorare il frutto economicamente significativo. Uno dei primi record di una festa del melone è legato a Khorezm, un'antica regione storica nota per le sue vaste fortezze e castelli. I meloni erano sacri per la loro idratazione vitale e ai giorni nostri i frutti sono ancora consumati nelle regioni aride del Kazakistan e dell'Uzbekistan come fonte d'acqua. Molte varietà di meloni coltivate localmente, tra cui l'etiope, sono orgogliosamente esposte nelle piazze e nei mercati durante le feste, e i frutti sono spesso disposti in grandi pile scultoree come decorazione. I venditori costruiscono anche bancarelle per vendere meloni freschi, succo di melone, melone candito, melone essiccato e melone in salamoia. Oltre al campionamento del melone, molti festival propongono attività uniche, tra cui gare di mangiare meloni, partite di scacchi giocate con meloni piccoli e gare di bowling al melone.

Geografia / Storia


I meloni etiopi sono discendenti di antiche varietà di melone originarie dell'Asia centrale e sono state sviluppate in Russia nel 2013. La cultivar abbastanza nuova è stata selezionata per la sua capacità di essere coltivata in climi temperati, capacità di conservazione estesa e resistenza alle malattie. I meloni possono essere coltivati ​​anche da seme nei campi o coltivati ​​in serra, a seconda dell'ambiente. Oggi i meloni etiopi vengono coltivati ​​in Russia e vengono coltivati ​​anche in tutta l'Asia centrale, compresi il Kazakistan e l'Uzbekistan.



Messaggi Popolari