Foglie di tabacco

Tobacco Leaves



Coltivatore
Loo Loo Farms

Descrizione / Gusto


Le foglie di tabacco sono lunghe foglie verdi ellittiche. Sono di varie dimensioni, con le foglie più grandi, che si trovano alla base della pianta, crescendo fino a circa 60 centimetri di lunghezza. Le foglie di tabacco hanno peli corti che espellono una sostanza gialla che contiene nicotina. La pianta stessa è un'erba annuale che porta fiori a forma di tromba a cinque petali. Le foglie di tabacco appena tagliate hanno un profumo erboso. Le foglie hanno un sapore piccante e speziato che è formicolio, come il rafano e il pepe.

Stagioni / Disponibilità


Le foglie di tabacco sono disponibili tutto l'anno.

Fatti attuali


Le foglie di tabacco sono classificate botanicamente come Nicotiana tabacum e appartengono alla famiglia delle melanzane. Sebbene siano meglio conosciuti per essere essiccati e usati per fumare, hanno una lunga storia di essere usati in medicina dalle culture native. Gli chef hanno iniziato in modo controverso a utilizzare le foglie di tabacco in cucina per ottenere un sapore più complesso per i loro piatti. Tuttavia, mangiare le foglie stesse è difficile per lo stomaco. Il consumo di una quantità elevata di foglie può essere TOSSICO in quanto contengono nicotina. Ci sono molte segnalazioni di mietitrici che si ammalano per l'esposizione alle foglie. Si consiglia agli adolescenti, alle donne incinte e alle persone con malattie cardiache di evitare il tabacco, compresi i piatti a base di foglie di tabacco.

Valore nutrizionale


Le foglie di tabacco contengono elevate quantità di proteine ​​e nel 1981 l'Organizzazione mondiale della sanità per l'agricoltura e l'agricoltura ha dichiarato che le foglie possono essere utilizzate come alimento funzionale. È stato scoperto che gli estratti di proteine ​​dalle foglie di tabacco contengono amminoacidi e lisina e non nicotina. Tuttavia, sappiamo che la nicotina presente nelle foglie di tabacco, specialmente se prodotta per fumare tabacco, crea dipendenza e contribuisce alla crescita del cancro. Fumare le foglie di tabacco essiccate sotto forma di sigarette e tabacco da pipa è nocivo, poiché il fumo è altamente cancerogeno.

Applicazioni


Le foglie di tabacco vengono solitamente raccolte, quindi essiccate e utilizzate per fumare la pipa o nelle sigarette. Tuttavia, sono anche sempre più utilizzati in cucina dove conferiscono un calore sottile e amaro. Possono essere cucinati con riso o usati per affumicare carni come selvaggina e pesce. L'azienda di cioccolato londinese Artisan du Chocolat aggiunge anche foglie intere alle barrette di cioccolato. Le autorità avvertono che le foglie di tabacco devono essere consumate con cautela. Per conservare le foglie di tabacco fresche, metterle in un sacchetto di looe in frigorifero, dove dureranno fino a una settimana.

Informazioni etniche / culturali


Le foglie di tabacco sono state usate in medicina da secoli. I medici messicani usavano foglie fresche per alleviare il mal di testa. In Colombia, le foglie fresche vengono utilizzate negli impacchi, che vengono posizionati esternamente su foruncoli e ferite. In Africa, le foglie essiccate vengono utilizzate per aiutare con le piaghe. Ci sono anche proprietà 'magiche' attribuite alle foglie di tabacco. I Maya in Messico una volta pensavano di avere poteri protettivi. Alcune società dei nativi americani usano il tabacco come parte di rituali sacri e, se usato in questo modo, non è associato a dipendenza e effetti negativi sulla salute.

Geografia / Storia


Le foglie di tabacco provengono dalla pianta del tabacco. Le sue origini esatte sono sconosciute, ma si pensa che abbia avuto origine in Sud America circa 200.000 anni fa. La pianta del tabacco come la conosciamo oggi è forse un ibrido di Nicotiana sylvestris, Nicotiana tomentosiformis e Nicotiana otophora, originarie dei Caraibi. Tuttavia, come il grano e altre colture commercializzate, il tabacco oggi sembra molto diverso dai suoi antenati selvaggi. Inoltre non si verifica più in natura. Si dice che gli indigeni Arawak e Taino dei Caraibi abbiano usato e coltivato il tabacco per la prima volta, usandolo sia per piacere, sia per scopi medicinali e spirituali. Nel 1492, Comumbus ei suoi esploratori portarono semi e foglie in Spagna. Nel 1500, il tabacco fu introdotto in Francia e da lì si diffuse nel resto dell'Europa, e poi in Asia. Nell'Inghilterra dei Tudor, il tabacco è stato pensato per la prima volta come una droga miracolosa. Nel 1800, i medici iniziarono a diffondere la notizia degli effetti nocivi del tabacco dopo che si scoprì che contenevano nicotina. Tuttavia, è diventato di moda quando le celebrità hanno iniziato a promuovere il fumo per piacere.



Messaggi Popolari